Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | Etiopia | India | Ucraina | Vietnam

Consigli pratici

 

Documenti di viaggio 

Per visitare la Russia è necessario il passaporto valido per un periodo non inferiore a 6 mesi, con il visto che viene rilasciato dal Consolato russo a Roma, a Milano e a Genova (per l'indirizzo si veda la voce "ambasciate e consolati"), aperti nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì.

Per ottenerlo occorrono dai 3 ai 10 giorni con un costo che varia secondo l'urgenza, presentando un’assicurazione sanitaria, l’invito, compilando un formulario e consegnando 3 foto tessera.

I visti vengono rilasciati esclusivamente in base alla presentazione di documenti che confermano l’esistenza di una sistemazione in Russia come ad esempio prenotazioni alberghiere, inviti turistici o inviti per adozione rilasciati dall’Agenzia Pubblica del Ministero dell’istruzione a Mosca.

Il prezzo del visto può subire delle variazioni dovute alle oscillazioni del cambio.


Vaccinazioni 
Non è richiesta alcuna vaccinazione. I visitatori di età superiore a 15 anni che intendano stare per più di 3 mesi devono produrre un certificato contenente il risultato del test per l'HIV o sottoporsi a detto test in Russia. I sieropositivi verranno espulsi.

Prefissi Telefonici 

Per chiamare in Russia comporre lo 007 seguito dal prefisso della città (Mosca è 095), più il numero dell'abbonato.
Per telefonare in Italia dalla Russia comporre l'81039 seguito dal numero della città con lo zero, più il numero dell'abbonato.

 

Ambasciate e Consolati

  • Sede dell'Ambasciata d'Italia in Russia:
    Denezhny Pereulok 5 - 121002 Mosca G-2 Tel. 007095 2411533 Fax 2539289
    E-mail: itembsk@astelit.ru
  • Sede del Consolato Generale:
    Tetralnaya Ploshad, 10 San Pietroburgo
    Tel. 007812-3123217 Fax 3122896 Telex 064 121568 ICONSSU.
  • Sede dell'Ambasciata della Russia in Italia: 
    Via Gaeta, 5 - 00185 Roma 
    Tel. 06 4941649 - 4941680 Fax 06 491031.
  • Sede del Consolato: 
    Via Nomentana, 116 - 00161 Roma 
    Tel. 06 44235625 - Fax 06 491031.

Aeroporti 
I principali aeroporti per le tratte internazionali sono gli scali di Sheremetievo 2 e Domodedovo entrambi a circa 30 km dalla capitale. Un altro importante scalo è quello di S.Pietroburgo. Negli ultimi anni si stanno sviluppando rapporti e quindi tratte di volo con delle regioni specifiche per favorire gli scambi commerciali.


Alimentazione di corrente 
La corrente elettrica è di 220 Volts.

Valuta 
L'unità monetaria ufficiale è il Rublo, suddiviso in 100 copechi. L'importazione e l'esportazione della valuta russa si effettua con il permesso delle autorità bancarie.

Norme Doganali 
Il turista prima del controllo doganale deve compilare la dichiarazione doganale: una in entrata ed una in uscita dalla Russia. 
E' consentito portare con sé in franchigia oggetti per uso personale in quantità adeguata al periodo di permanenza, attrezzi sportivi, turistici attinenti alle caratteristiche del viaggio effettuato, souvenir, bevande alcoliche 1 L, vino 2 L, 250 sigarette e 250 g di tabacco. 
E' permesso portare gioielli, pietre preziose, perle e coralli senza limitazione, ma è obbligatorio registrarle sulla dichiarazione doganale. Per le armi da caccia e le cartucce è necessario il permesso. 
E' proibito esportare oggetti d'antiquariato e d'arte a meno che non si abbia una particolare autorizzazione del Ministero della Cultura. E' proibito importare rubli, armi di tipo militare, sostanze stupefacenti. 
E' vietata l'importazione e l'esportazione di valuta russa. In materia valutaria le correnti disposizioni impongono l’obbligo di dichiarare al momento dell’ingresso in Russia il possesso individuale di valuta estera nel caso sia superiore a 3.000,00 $. In questo caso è necessario compilare l’apposito modulo reperibile sull’aereo e presso l’aeroporto di arrivo indicando la valuta che si porta con se’.
E’ permesso l’ingresso con un massimo di 10.000,00 $ per persona senza giustificazioni bancarie.


Orari Banche e Negozi 
Le banche sono aperte dalle 9.00 alle 13.00, dal lunedì al venerdì.
I negozi sono aperti dalle 11.00 alle 20.00 con una pausa pranzo dalle14.00 alle 15.00; gli alimentari sono aperti dalle 8.00 alle 18.00. 
Molti supermercati, soprattutto stranieri, rimangono aperti anche la notte.

 

Giorni Festivi

1° gennaio: Capodanno

7 gennaio: Natale ortodosso

8 marzo: Festa delle donne

1° e 2 maggio: Festa dei lavoratori

9 maggio: Festa della Vittoria

12 giugno: Festa dell'Indipendenza

7 e 8 novembre: Giornata della Conciliazione, già Festa della

Rivoluzione d'Ottobre

12 dicembre: Giorno della Costituzione

 

Itinerari

Non appena giunti a Mosca la prima sosta turistica viene dedicata alla famosa Piazza Rossa, che si estende lungo le mura del Cremlino, risalente al XV sec. Dalla piazza si possono ammirare le torri Spasskaja, la torre Nikolskaja e la torre Senatskaja. Nella zona sud della Piazza si trova la Cattedrale dell'Intercessione costruita verso la metà del XVI sec, conosciuta con il nome di S. Basilio.

Da vedere nei pressi la Cattedrale Kazanskij, il Museo Storico, le Porte della Resurrezione e la Cappella della Madonna di Iver. Il centro dell'ampia zona che ospita l'edificio del Cremlino è costituito dalla Piazza delle Cattedrali, Sobornaja, si possono inoltre vedere il Palazzo dei Patriarchi e la chiesa dei Dodici Apostoli, la Cattedrale dell'Assunzione uno dei più antichi edifici del Cremlino, accanto alla Cattedrale si trova il Palazzo a Faccette o dei Diamanti (XV sec.) di cui fa parte il Palazzo delTerem (XVII sec.).

Sulla parte opposta della piazza sorge la Cattedrale dell'Arcangelo. Uno dei luoghi più amati dai moscoviti è il Giardino di Alessandro con viali ombrosi e fioriti.

Lungo la via Volchonka si incontra l'edificio in stile neoclassico che ospita il Museo di Belle Arti "Puskin", davanti tra la via e il fiume Moscova è stata ricostruita dopo la distruzione laCattedrale di Cristo Salvatore.

Lungo la via Varvarka sorgono numerose chiese antiche: Santa Barbara, S. Massimo, la Cattedrale del Monastero dell'Incarnazione della Madonna,molto suggestiva la mole rossa a cinque cupole della chiesa di S. Giorgio sul monte di Pskov. Da vedere la chiesetta di Simon Stolpnik (XVII sec.) sulla via Novyj Arbat.

Dalla piazza Arbat prende avvio la via Staryj Arbat, una delle più antiche della città, è molto piacevole dare un'occhiata ai suoi negozietti, librerie, antiquariato, souvenir, consigliamo anche una sosta alla casa di Puskin ricca di cimeli e ricordi delnoto scrittore.

Per gli appassionati di arte consigliamo una visita alla Galleria Tret'jakov, la più importante collezione d'arte del Paese, con una straordinaria raccolta di icone del XII sec. fino alle collezioni dell'avanguardia russa.

Il Museo Puskin ospita numerose icone che vanno dall'XI al XIV sec., una sezione sul Rinascimento italiano, una sulla pittura olandese, i fiamminghi, autori classici come Poussin e Lorrain, fino agli impressionisti e ai post-impressionisti. Inoltre il Museo dell'Arte Popolare, il Museo della Ceramica di Kuskovo, il Museo dell'Arte Russa Antica "Andrej Rublev".

Per una gradevole passeggiata c'è il Parco Gorkij, il Parco Izmailovo, le Colline dei Passeri o una gita in battello sulla Moscova per ammirare la città dalla prospettiva del lungofiume.

Allontanandosi dal centro della città si può visitare il Monastero del Salvatore e di S. Andronico, l'antica tenuta nobiliare di Kuskovo un complesso del XVIII sec., il Monastero Danilovskij e il Monastero Novodevic. San Pietroburgo è la seconda città della Russia.

Unica nella sua posizione, sorge sul delta del fiume Neva su 42 isole. Il cosiddetto periodo delle "notti bianche" dall'11 giugno al 2 luglio, esalta tutto il fascino di questa giovane città.

La visita di San Pietroburgo inizia dalla Fortezza di S. Pietro e Paolo, sempre nel centro della città si può visitare la Cattedrale di S. Pietro e Paolo.

Quindi si passa sull'isola Vasilevskij con il Museo di Antropologia ed Etnografia. Attraversato il ponte del luogotenente Schmidt, si ritorna sulla terraferma, nel centro cittadino si distingue l'Ammiragliato con una guglia d'oro coronata da un veliero, è il simbolo della città.

Sulla Piazza del Palazzo si trova il Palazzo d'Inverno sede degli zar, in stile barocco russo.

L'edificio assieme ai quattro limitrofi ospita il Museo dell'Ermitage uno dei più famosi al mondo, con oltre 300 sale e capolavori di Leonardo, Raffaello, Michelangelo, Caravaggio, artisti spagnoli, fiamminghi, impressionisti e molti altri.

Nella parte sud della Piazza dei Decabristi si trova la Cattedrale di S. Isacco. Famoso il Corso Nevskij meglio conosciuto come la Prospettiva Nevskij, con il Palazzo Stroganov, il Tempio luterano di S. Pietro e Paolo e poco oltre la Piazza di Kazan con la Cattedrale della Madonna di Kazan.

Domina la Prospettiva Nevskij la Torre della Duma cittadina.

A questo punto si può attraversare il Giardino di Caterina. Uno dei parchi più belli di S. Pietroburgo è il Giardino d'estate creato nel 1704 da architetti di giardini chiamati da Pietro il Grande e provenienti da tutta Europa, si può ammirare anche il Grande Palazzo d'estate di Pietro.

Il Campo di Marte è un altro vasto giardino di S. Pietroburgo, allontanandosi dal Campo si incontra subito il Castello Michajlovskij.

Sull'isola dei Farmacisti si può vedere uno dei più ricchi giardini botanici del mondo. In estate i turisti possono ammirare la città percorrendo la Neva e i canali in battello.

Un itinerario diverso ma comunque molto interessante attraverso questo immenso Paese, è quello fra antiche città russe: Vladimir, Suzdal, Rostov, Jaroslavl, Kostroma, Pskov, Novgorod tra le più importanti, il percorso è meglio conosciuto come l'Anello d'oro che collega questi centri con la capitale.

Molto suggestivo è il viaggio sulla Transiberiana, da Mosca al porto di Vladivostok.

Interessanti anche gli itinerari seguiti dalla Transmongolica e dalla Transmanciuria, che partono da Mosca e arrivano a Pechino. Merita una visita la città di Serghijev Possad (già Zagorsk), 60 km a nord di Mosca, per il suo famoso Monastero Ipatijevskij e per la possibilità di visitare un centro urbano del secolo scorso.

Viene infatti ancora conservata la rara disposizione a ventaglio delle vie, tra le costruzioni di legno ancora intatte nella parte vecchia della città. Le decorazioni delle facciate, gli intagli in legno, i parapetti di ferro dei balconi, conferiscono a queste case una bellezza eccezionale.