Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | Etiopia | India | Ucraina | Vietnam

Stato di adottabilità dei minori

 

L’istituzionalizzazione

I bambini, rimasti senza la tutela parentale, quindi in abbandono di fatto ma non sempre resi giuridicamente adottabili, vengono ricoverati in un istituto statale, se al momento non c'è posto, vengono "parcheggiati" in un ospedale o in appositi "ricoveri sociali".

Il direttore dell'ente che li ospita viene nominato tutore legale. 
Gli istituti per bambini da 0-3 anni dipendono dal Ministero della Sanità, dai 3 anni in poi dal Ministero dell'Istruzione e della Scienza.
Attualmente negli istituti russi sono ospitati moltissimi bambini, secondo una stima recente pare che abbiano raggiunto un picco analogo solo dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.

Negli ultimi tempi, il Governo russo ha messo in atto strategie mirate affinché l'adozione internazionale diventi una forma residuale e davvero sussidiaria ad altre forme di sistemazione dei minori abbandonati in famiglia. 
In primo luogo lo Stato ha distribuito a tutte le Regioni un budget abbastanza elevato, che viene integrato da ciascuna amministrazione Regionale, in base alle proprie possibilità e al costo della vita locale, per pagare un sussidio, parificato a uno stipendio medio mensile, alle persone che prendono in affidamento un bambino. 
Questo ha provocato un'ondata di interesse nella popolazione russa che, per convinzione o per lucro, sta rispondendo in modo molto attivo. I politici sottolineano come il popolo russo sarà presto in grado di far fronte autonomamente al problema dell'abbandono, mentre gli addetti ai lavori dei Servizi Sociali temono l'ondata di restituzioni, che si verificheranno nei prossimi anni.

Al momento attuale ci sono moltissime domande di affido di cittadini russi depositate presso i servizi sociali locali che, dovendo scegliere tra i bambini più piccoli o più sani e belli, fanno fatica ad evadere. 
Dopo questa scrematura, i bambini che rimangono possono venire proposti in adozione agli stranieri. 
Preposti alla produzione/gestione dei documenti relativi all'adottabilità dei bambini, così come quelli relativi ai loro sussidi, invalidità, pensioni ecc., delle adozioni e degli affidamenti, sono Organi di tutela e curatela, che sono dei Servizi Sociali, dipendenti dal Ministero dell'Istruzione e della Scienza della Federazione Russa.

La Banca Dati

I bambini, rimasti senza la tutela parentale, vengono iscritti in una banca dati Locale, poi in una Regionale infine in quella Federale, dove devono rimanere iscritti per almeno 6 mesi prima di poter essere proposti in adozione a cittadini stranieri ( in totale circa 9 mesi). 
La Banca dati Federale è gestita dal Ministero dell'Istruzione e della Scienza.

Le condizioni per l’adottabilità

La procedura per la definizione dello stato di adottabilità viene avviata nei confronti di quei minori il cui unico genitore o entrambi i genitori:

  • risultino deceduti
  • risultino ignoti, dichiarati irreperibili o deceduti da una sentenza del Tribunale
  • siano stati dichiarati incapaci di intendere e di volere
  • siano stati privati della patria potestà
  • abbiano firmato il consenso all’adozione del figlio, nei termini previsti dalle vigenti leggi
  • non convivano più con il loro bambino da oltre 6 mesi e non adempiano ai propri doveri di genitore, per motivi considerati dal Tribunale ingiustificati; questo è sufficiente solo per l’adozione nazionale

Può venire inoltre attivata:

  • in caso di un minore ritrovato (abbandonato), i cui genitori risultino ignoti, solamente in presenza dell’apposito atto, rilasciato dalla Sezione competente del Ministero degli Interni
  • in caso di un minore abbandonato in un reparto maternità (o in ospedale) o presso altri istituti di cura e profilassi, solamente in presenza dell’apposito atto, rilasciato dall’amministrazione dell’istituto nel quale il minore è stato abbandonato

Lo stato di adottabilità del minore viene accertato dall’Organo per la tutela e curatela competente territorialmente in collaborazione con gli uffici del Ministero dell’interno e l’istituto dove si trova il bambino.

Il relativo certificato, viene invece rilasciato dalla Banca Dati Federale dei Minori adottabili del Ministero dell'Istruzione della Federazione Russa