Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | Etiopia | India | Ucraina | Vietnam

Adozioni: 4 mila bimbi da estero, piu' russi e ucraini

 

Nel 2009 stabile numeri arrivo, ma meno domande da famiglie.

ROMA - Rimane alto il numero di adozioni internazionali in Italia - quasi quattromila bambini all'anno - che però non sono sufficienti a rispondere a tutte le domande (che comunque sono in calo) presentate. Bambini che vengono in particolare da Russia, Ucraina, Colombia, Etiopia e Brasile, a riprova che la scelta delle famiglie italiane si orienta verso piccoli di carnagione chiara, quando addirittura non biondi e con gli occhi azzurri. 

Dai dati del Rapporto annuale della Commissione per le adozioni internazionali, relativi al 2009 emerge, comunque, il grande desiderio degli italiani di adottare: il numero dei bambini stranieri arrivati nel 2009 nel nostro Paese resta stabile (3.964 contro 3.951 del 2008), confermando il primato italiano, subito dopo gli Usa, a livello mondiale. 

Il maggior numero di adozioni spetta ancora al centro-nord, ma lo scorso anno ha registrato significativi cambiamenti. Le coppie lombarde che hanno adottato un bambino straniero, ad esempio, sono passate dal 22,5% del 2008 al 18,8% del 2009 (-3,7%), mentre le coppie nel meridione (comprese le isole) passano dal 24,8% del 2008 al 28,2% del 2009 (+3,6%). I maggiori incrementi si registrano in Calabria, Molise e Basilicata. Cinque paesi - riferisce il rapporto della Cai, realizzato in collaborazione con l'Istituto degli innocenti - si confermano i principali luoghi di origine dei minori adottati in Italia (raccolgono il 60% di tutte le adozioni): Federazione Russa (704), Ucraina (540), Colombia (444), Etiopia (346) e Brasile (329). Rispetto alle tendenze degli anni passati, la Cai segnala un "forte rallentamento" delle adozioni in Vietnam, il blocco in Nepal e in Cambogia; in Moldavia e Bolivia da due anni non si procede al rinnovo degli accreditamenti degli enti e quindi al deposito di nuovi fascicoli.

A dicembre scorso è stato autorizzato il primo ingresso dalla Tanzania. Negli ultimi anni, secondo il Rapporto, è in calo costante, comunque, il numero delle coppie italiane che fanno domanda per adottare un bambino straniero: almeno -1.200 in tre anni. I decreti di idoneità giunti alla Cai per l'autorizzazione ad adottare un bambino all'estero sono stati 6.237 nel 2006, 5.635 nel 2007, 5.045 nel 2008.